Etruria e Maremma

GIOIELLI  TOSCANI

Viaggi di gruppo

DAL 26 AL 29 GIUGNO 2021

I BORGHI PIU’ BELLI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO

CAPALBIO – IL GIARDINO DEI TAROCCHI

ISOLE DEL GIGLIO & GIANNUTRI –  MASSA MARITTIMA  ROSELLE – GROSSETO – PITIGLIANO – SOVANA

1° giorno –  Sabato 26 Giugno: Roma –  Capalbio – Giardino dei Tarocchi – Montalto

Appuntamento dei Sigg. Partecipanti a Piazzale dei Partigiani. Partenza in Pullman GT per il Borgo di Capalbio. Visita guidata al centro storico dove approfondiremo la storia romanzesca che avvolge questo luogo, da sempre porta della Toscana. Cominceremo con le lotte per la dominazione del territorio e conosceremo le storie di Siena, del Granducato di Toscana e delle bonifiche dei Lorena. Adagiata sulla sua dolce collina prossima al bellissimo mare della costa Toscana, Capalbio restituisce perfettamente l’immagine del borgo toscano insita nell’immaginario collettivo: una serie di strette e caratteristiche vie che si incrociano tra loro intorno a una maestosa torre svettante sulle basse case. La visita a questo grazioso centro si snoda per le sue strade toccando i punti di interesse quali antichi portali, la chiesa di San Nicola, che racchiude pregevoli affreschi di Scuola Senese e Umbra che ben testimoniano l’importanza di questo centro in epoca medievale e rinascimentale. Munita di ben due cinte murarie offre la possibilità di percorrerle e poter ammirare, tra un merlo e l’altro, la bellezza del paesaggio maremmano in cui è incastonato il borgo: l’ampia vista abbraccia i boschi e i campi sottostanti fino ad arrivare alla Riserva del Lago di Burano, prima oasi WWF su territorio italiano e al suggestivo Monte Argentario che sembra emergere dalle sue acque e svelare la sua originaria natura di isola. Tempo a disposizione per pranzo libero.

A seguire nel pomeriggio visita guidata al Giardino dei Tarocchi.  L’artista francese Niki De Saint Phalle, autrice di numerose istallazioni composite e spesso monumentali tra cui la Fontana Stravinsky (1983), dinnanzi al Centre Pompidou a Parigi, ha realizzato nel cuore della Maremma insieme a Jean Tinguely, scultore di congegni ferrosi, i mechaniques, combinazioni di rifiuti della società industriale messi in moto da marchingegni, l’opera

che può essere considerata la sintesi di tutto il suo percorso artistico: il Giardino dei Tarocchi. Questo esoterico giardino è composto da gigantesche sculture, alte circa 12/15 metri, che raffigurano i ventidue Arcani Maggiori delle carte dei Tarocchi. Fonte di ispirazione è stato sicuramente il meraviglioso Parco Güell dell’architetto Gaudì a Barcellona, non solo per l’uso dei materiali ma anche per la forte carica simbolica racchiusa in tutto l’intervento. La visita si trasforma in un’immersione inevitabile nel mondo immaginifico dell’autrice, un vero e proprio luogo cosmico.

Al termine trasferimento a Montalto di Castro. Cena e pernottamento all’Hotel Key (3 stelle)..

 

2° giorno –  Domenica 27 Giugno: Santo Stefano – Giglio – Giannutri

Colazione in Hotel e trasferimento a Porto Santo Stefano; imbarco su una confortevole Motonave per la mini crociere alla scoperta delle isole dell’arcipelago toscano. Isola del Giglio e Isola di Giannutri.

Costeggiando il promontorio dell’Argentario e passando vicino a cale dove si affacciano le splendide ville dei V.I.P. che da anni risiedono in questa splendida zona, si naviga verso Giannutri che si raggiunge dopo circa un’ora di navigazione. Sosta con tempo libero a disposizione e possibilità di bagno nelle incantevoli acque dell’isola.

Pranzo a bordo. Partenza poi per l’isola del Giglio e approdo al Porto con possibilità di un altro bagno e di una passeggiata per la visita del paese.

Possibilità di visitare facoltativamente Giglio Castello. L’abitato, di origini medievali si caratterizza per l’imponente Rocca Aldobrandesca, parte integrante del complesso castellano assieme alle caratteristiche e ben conservate mura e ad alcune torri.

Al termine, imbarco per Tornare a Porto Santo Stefano. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

 

3°  Giorno –  Lunedì 28 Giugno: Massa Marittima/Roselle/Grosseto

Colazione in Hotel e partenza alla scoperta del gioiello artistico della Maremma: Massa Marittima. Città-simbolo delle Colline Metallifere, custodisce al suo interno una storia gloriosa ed affascinante che affonda le proprie radici nel duro lavoro minerario. L’affermazione come sede

vescovile e, in seguito, la proclamazione a libero Comune regaleranno alla città un prestigio senza eguali offuscato solamente dall’occupazione di Siena nel XIV secolo. La grandezza e l’importanza della città sono testimoniate, tra le altre cose, dalla sorprendente quantità di opere d’arte conservate nella Cattedrale di San Cerbone, dove domina su tutte la trecentesca Maestà di Duccio di Boninsegna, figura di spicco nel panorama artistico toscano. Città natale di San Bernardino, la cui veste è custodita all’interno della chiesa di San Francesco, a cui anche Madre Teresa di Calcutta, sua seguace, venne a rendere omaggio.

Tempo permettendo, ci addentreremo nelle viscere delle Colline Metallifere andando a scoprire la realtà di uno dei mestieri più diffusi in zona fino a non molti anni fa, quella del minatore. La visita  si articola in un percorso lungo circa 700m snodandosi tra gallerie principali e secondarie, dove si avrà la possibilità di osservare attrezzature, strumenti e macchinari utilizzati dai minatori fino a qualche anno fa. Tempo a disposizione per il pranzo libero.

Proseguimento per Roselleantica città di fondazione etrusca, fondata strategicamente su di un’altura che permetteva   contemporaneamente sia il controllo dei territori circostanti che la difesa dai nemici. Conquistata successivamente dai romani che ne mutarono l’aspetto, trasformandola in una città monumentale che godeva della protezione augustea e di importanti famiglie nobiliari. Il Parco Archeologico di questa antica città conserva testimonianze importantissime e preziose, tra le molte: un Augusteo dedicato al culto della famiglia imperiale, un Tempietto riutilizzato come in età cristiana, un anfiteatro romano e la bellissima “Domus dei Mosaici”, il cui nome deriva dai suoi sorprendenti pavimenti. Una città dai mille volti sorta sull’antico lago Prile, bacino lacustre adesso completamente scomparso, con un’affascinante storia ricca di tumulti degni di una città nata Etrusca e scomparsa in epoca Medievale.

Al termine proseguimento per Grosseto con la visita del Museo Archeologico, dove sono custoditi i reperti non solo dell’antica città di Roselle, ma di tutto il territorio grossetano fin dalla preistoria.

 

4° giorno – Martedì 29 Giugno: Pitigliano – Sovana – Sorano –  Roma

Dopo la prima colazione partenza dall’Hotel. Arrivo a Pitigliano, la piccola Gerusalemme.

Partendo dal centro storico andremo a scoprire i luoghi che raccontano di un’antica storia che affonda le sue radici nella notte dei tempi, quando fuoco e acqua lavorarono per dare a questo territorio il caratteristico e affascinate aspetto attuale. Percorrendo i suggestivi vicoli, di questa che è conosciuta anche come “Piccola Gerusalemme” per la presenza, nei secoli passati, di una comunità ebraica, inizieremo un viaggio che ci porterà a percorrere le singolari e mistiche vie cave. Scavate interamente del tufo, a partire dall’antico popolo etrusco, queste vie rupestri riescono a stupire e meravigliare, con pareti alte anche 20 metri, chi s’immerge in questa realtà dove il tempo sembra essersi fermato. Tempo a disposizione per uno spuntino libero. Nel pomeriggio  trasferimento a Sovana, che ha conservato l’aspetto del classico borgo medievale, all’ingresso del paese si trovano subito i ruderi dell’imponente Rocca Aldobrandesca risalente al XI secolo, . Percorrendo tutta la via del Pretorio si arriva  in Piazza del Pretorio, la cui pavimentazione a spina di pesce è in parte ancora quella originale. Si potranno ammirare: il Palazzo dell’Archivio (XII sec.) un tempo sede del comune, la chiesa di Santa Maria risalente al periodo tardo-romanico. Accanto al Palazzo dei marchesi Bourbon del Monte, troviamo la chiesa paleocristiana di San Mamiliano il cui campanile è inglobato nel suddetto palazzo; il Museo di San Mamiliano che ospita il tesoro di Sovana rinvenuto nel 2004 durante il restauro dell’edificio. Sulla parte destra della piazza, troviamo il Palazzo Pretorio, edificio duecentesco.

Lasciando la piazza ci dirigeremo verso il Duomo. Su questa stradina troveremo la casa di Ildebrando Aldobrandeschi che nel 1073 divenne Papa col nome di Gregorio VII. Il Duomo di Sovana è uno dei più importanti edifici in stile romanico gotico di tutta la Toscana. Al termine proseguimento per Sorano che, assieme a Pitigliano e Sovana, è uno dei tre incredibili centri intagliati nelle rocce tufacee; la sua posizione e l’immensa vegetazione che lo circondano lo rendono una delle mete più inaspettatamente suggestive della zona. Il paese è dominato dalla Fortezza Orsini, grandioso esempio di architettura militare di epoca rinascimentale. Ciò che più colpisce, tuttavia, sono le strade tortuose e ripide, gli slarghi, i vicoletti e le scalinate tipicamente medievali, dove ogni scorcio sulle rupi sottostanti lascia senza fiato. Tutti questi stralci del paesaggio circostante arrivano all’apice giungendo alla sommità dello sperone roccioso, in cui si ha un’eccezionale veduta su Sorano, le gole vulcaniche e la valle del Lente, fiume che bagna le splendide vallate sottostanti. Al termine partenza per il rientro a Roma. Arrivo in serata.

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER PERSONA (min. 40 partecipanti):

Euro 428,00 ( per prenotazioni        entro il 28 Febbraio 2021, dopo tale data 448,00)
SUPPLEMENTO SINGOLA: Euro 80,00 per tutto il periodo
D.I./Polizza assicurativa obbligatoria medico/bagaglio: Euro 35,00

 

LA QUOTA COMPRENDE:


Viaggio in pullman GT, sistemazione in Hotel 3 stelle a Montalto di Castro, mezza pensione in  Hotel acqua e vino inclusi, mini crociera Giannutri e Giglio, pranzo in corso di Crociera, guide locali per le visite previste nel programma

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:


Tutti gli ingressi, le mance; gli auricolati Euro 8,00 per tutto il viaggio; le bevande extra ai pasti, quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”.

Ingressi da pagare in loco: Giardino dei tarocchi: € 7,00 per  gruppi di almeno 30 persone; Parco Archeologico Roselle  €4,00 ingresso Museo Archeologico € 2,50 biglietto ridotto in associazione al biglietto del Parco Archeologico € 5,00 solo museo non abbinato al Parco Archeologico;  Museo della miniera Massa Marittima € 4,00 gruppi per gruppi.

Contatti

  •   Via Ercole Pasquali 3, 00161, Roma

  •    email: booking@courtesytravel.it

  •    Telefono: +39 06-44234698

  •    Cellulare emergenza: 3669059902

Scrivici!

Gallery